La spirometria o esame spirometrico

In che cosa consiste?

apparecchio per spirometriaLa spirometria o esame spirometrico è un esame clinico diagnostico di facile esecuzione, assolutamente non invasivo ed indolore, in grado di valutare una moltitudine di parametri respiratori direttamente correlati con la buona funzionalità dell’apparato respiratorio (funzionalità polmonare). La spirometria è in grado di misurare i volumi dell’apparato respiratorio sia in termini di quantità di aria presente nei polmoni, sia in termini di capacità di bronchi e polmoni di consentire il corretto flusso dell’aria all’interno dell’apparato respiratorio in condizioni di normalità.

Quanto tempo richiede?

La spirometria è un esame diagnostico rapido e di facile esecuzione per cui il tempo che il paziente deve dedicare allo stesso non rappresenta certamente un impedimento alla sua effettuazione. Con una buona collaborazione del paziente il tempo medio richiesto è di circa una decina di minuti.

Leggi tutto: La spirometria o esame spirometrico

Asma e malattie respiratorie ostruttive: corretto uso delle bombolette e dei “device” a polvere secca nella cura

corretto uso bombolette per asmaE’ noto come una delle vie preferenziali di somministrazione dei farmaci broncodilatatori per l’asma e per le malattie ostruttive respiratorie sia rappresentato da quella aerosolica attraverso l’uso di “device” (dispositivi pronti all’uso contenenti farmaco nebulizzato sotto pressione od in forma di prodotto secco) e come fin dallo storico lavoro pubblicato nel 1979 da S.W. Epstein e dai suoi collaboratori, che analizzava le modalità di corretta esecuzione dell’inalazione in corso di somministrazione aerosolica di farmaco e la procedura metodologicamente più corretta per studiarla, si sia rilevata la grande importanza che ha il modo in cui il paziente esegue la manovra inalatoria al fine di garantire la corretta ed effettiva disponibilità del farmaco inalato. Ciò che spesso colpisce è vedere come pazienti che da lungo tempo usano dispositivi inalatori per la terapia dell’asma (le ben note “bombolette”) non siano in realtà in grado di eseguire correttamente le manovre di assunzione del farmaco attraverso una corretta inalazione e di come, tale anomalia, determini una netta riduzione della possibilità di beneficiare appieno dei vantaggi della terapia. Tenuto conto del fatto che, come numerosi articoli della letteratura scientifica affermano, circa un terzo dei pazienti che usano spray compie errori nella manovra inalatoria, è evidente l’importanza che il corretto insegnamento di una tecnica corretta avrebbe sul garantire quell’efficacia terapeutica che spesso manca del tutto o è gravemente compromessa dal non corretto uso dei dispositivi.

Leggi tutto: Asma e malattie respiratorie ostruttive: corretto uso delle bombolette e dei “device” a polvere...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Pneumologo-ballor.it utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies. Per saperne di più sulla nostra policy dei cookies.